Richiedi Info/Prenota l'evento

Il tuo nome

La tua email

Il tuo telefono

Il tuo messaggio

Privacy Policy
Autorizzo al trattamento dei dati personali.
Si


Per la seconda edizione della Rassegna “Accenti. Itinerari in musica”:


Sabato 16 marzo

Michael Manring (usa) – Finaz (ita)

Michaek Manring basso

Finaz  chitarra

Imperdibile occasione per vedere questi due grandissimi artisti di fama internazionale, Michael Manring, “the hottest bassist today” come è stato definito da molti giornalisti e Alessandro Finazzo, in arte Finaz, co-fondatore, co-autore e “chitarra virtuosa e solitaria” della Bandabardò.

MICHAEL MANRING,  genio innovatore del basso elettrico, è riconosciuto per il suo originale uso continuo di accordature aperte, cambi di accordatura ed effetti pionieristici. Le sue sperimentazioni sul basso contribuiscono ad elevare il ruolo del basso elettrico nella musica contemporanea, seguendo l’impegno del suo maestro Jaco Pastorius, di cui era allievo prediletto. L’ultimo CD Soliloquy è una chiara dimostrazione di come un solo basso elettrico nelle mani di un genio della musica contemporanea possa nello stesso tempo esplorare sonorità innovative mantenendo melodie ed armonie emozionanti.
www.manthing.com

FINAZ è da anni un riconosciuto punto di riferimento per la chitarra acustica italiana, con il proprio particolarissimo stile ‘rock & folk’. Oltre alla Bandabardò, ha collaborato in studio e live con artisti come Carmen Consoli, Max Gazzé, Paola Turci, Goran Bregovic, Piero Pelù, Modena City Ramblers, Caparezza e molti altri. Nel 2012 viene pubblicato il suo primo lavoro da solista, Guitar Solo, interamente realizzato con la chitarra acustica e pieno di spunti e soluzioni d’avanguardia per la ricerca sullo strumento.
Facebook Finazofficialpage


Accenti. Itinerari in musica
Food & Drink dalle h 21  Start live h 22
Ingresso 10 euro per i soci a.s.d. Oxygene (tessera annuale 3 euro)

Si prega di prenotare ai numeri 0689561754 oppure inviando una mail a info@larchivio14.it


Visita la pagina della Rassegna “Accenti. Itinerari in musica” qui